Figli e capricci: ogni crisi si supera con un bacio



"Se un bambino non si comporta bene, le sue azioni non devono essere interpretate come il riflesso di una mancanza di dedizione o di competenza da parte dei genitori e nemmeno come un sintomo di carenza da parte del bambino stesso...E' nostro dovere e privilegio amare i nostri figli guidandoli, indirizzandoli e dedicando anima e corpo a crescerli nel migliore dei modi". Elisabeth Pantley Insomma siamo perfetti così. Questo pensavo e questo ho detto ad una mia cliente mentre stavamo parlando della sua ormai "Isteria" riguardo il fatto che il figlio di 2 anni fa capricci in continuazione. Durante tutto il nostro incontro non ha fatto altro che piangere e lamentarsi della situazione. "Sono una madre incapace", "Mio figlio è impossibile", "Non sono riuscita ad educarlo", "Forse ha qualcosa che non va, non mi ascolta mai". Insomma frasi che una volta nella vita pensiamo tutte, solo che la mia cliente

Continua




I papà assenti, la coppia debole, la sfida delle donne



Sono molto grata nel mio lavoro di poter lavorare in gran parte con le donne. E' bello comunque conoscere storie di uomini ma nella mia carriera, i percorsi fatti con le donne sono stati tutti memorabili. Mentre l'uomo ha quell'energia fisica travolgente che se manca lo spegne, le donne che sono venute da me hanno tutte una luce in fondo agli occhi anche quando le cose non vanno benissimo. In questo ultimo anno ne ho conosciute tante, di tutte le età e ovviamente soprattutto mamme. Ho potuto notare in quasi tutti i casi che ho seguito e sto seguendo che c'è un filo rosso che cuce le situazioni di disagio. L'assenza del partner. Sempre più papà si allontanano dalla partner con l'arrivo del bebè e la mamma a sua volta, trascura la relazione di coppia per occuparsi del nuovo venuto. Detta così non sembra una grande scoperta ma ciò che

Continua




Sensi di colpa, estate, figli e sogni che si realizzano



Temi il confronto con altre mamme? A volte sei severa con te stessa perché non sei una mamma perfetta? La maternità ti crea ansia e si riflette anche sul tuo corpo? Se ti fanno un appunto su come cresci il tuo bebè ti offendi subito? La maternità a volte non ti fa sentire te stessa? Credi di dover avere l'approvazione altrui su come educhi tuo figlio? Coniugare maternità e ambizioni di carriera ti fa sentire in colpa? Sacrifichi il tempo con il tuo partner per le urgenze familiari? Non esci con le amiche da mesi? Fatichi a trovare il tempo per stare sola e prenderti cura di te stessa? Beh se hai risposto sì a qualcuna di queste domande, benvenuta nel club delle donne che stanno imparando a diventare brave mamme! Una buona notizia c'è...non sei sola. Anzi sei in buona compagnia. Migliaia di donne ogni giorno lottano con mille

Continua




6 cose da fare prima possibile dopo una gravidanza



Il post parto è un periodo strano. In teoria la solita routine è ferma ma in pratica, pur con ritmi rallentati, si ha ugualmente la sensazione di essere in un frullatore. Spesso i primi 6-9 mesi trascorrono con una velocità tale che ci si ritrova a vivere una vita completamente diversa da prima (per fortuna) ma non esattamente la vita che volevi (ahimè). Come fare per non perdersi completamente e godersi comunque il bebè, facendo crescere la relazione madre-figlio e imparando a fare la mamma con serenità? Ricomincia il prima possibile a fare queste 6 cose: TRASCORRERE MOMENTI ESCLUSIVI CON IL PARTNER Togliere un paio d'ore a settimana al bebè non sarà certo un trauma vedrete, i nonni ne saranno entusiasti e il partner ringrazierà, la vostra relazione messa a dura prova dal nuovo arrivato riscoprirà la passione sopita e la complicità. ORGANIZZARE IL TUO TEMPO Certo, la programmazione gira

Continua




Sarò mamma? Come rendere l’attesa del concepimento un periodo di crescita per la coppia



Sarò mamma? E' la domanda che sempre più donne si pongono quando decidono di avere un figlio. Perché tanta incertezza per un evento che dovrebbe essere naturale? Forse per l'età molto alta in cui si ha il primo figlio, forse la nostra alimentazione, il poco contatto con la natura, lo stress, la vita frenetica, non lo so, non sono uno scienziato ma so che sempre più donne provano a concepire un bebè tra mille dubbi. Non sono poche le coppie che per mesi, a volte anni, cercano di concepire un bimbo che non arriva. Non ci sono problemi ma la cicogna non ne vuole proprio sapere di consegnare il fagottino. Allora iniziano le consulenze, la valutazione di metodi alternativi, l'accesso alle prime cure, la pressione dei familiari, i bisticci e l'allontanamento poiché di frequente si hanno idee contrarie sul da farsi. Cosa consiglio alle donne che si rivolgono a me

Continua




Mamma fac totum, come scegli le priorità?



Casa, lavoro, figli, partner, amici, tempo libero, cura di sè, ecc... Ti occupi di tutto eh? In che ordine? Oppure finisci irrimediabilmente per scartare le voci che finiscono in fondo alla lista? Scommettiamo che a rinunciare al proprio tempo sei tu stessa? Sei un'abile pianificatrice o lasci alle emergenze il potere di scombussolarti i piani? Le necessità degli altri vengono sempre prima? Insomma come te la cavi con la programmazione delle cose da fare. Sì, le priorità ma anche e soprattutto le cose che ti piace fare. Inserire le necessità di un figlio nella propria vita non è come programmare la palestra o le uscite con gli amici. E' risaputo che i bambini sono diabolici nel mandare tutto all'aria quindi, ci vuole un'esperta problem solver per far fronte a tutte le necessità. Che sappia mettere in ordine le priorità. Pulizie, pasti, igiene, lavoro, partner? Ehm no. Sono certo cose indispensabili

Continua




Non rinunciare ai tuoi sogni, te li meriti



A volte la maternità non è tutta rose e fiori come la immaginavi. Non so se stai aspettando il primo figlio, se sei una neo mamma o se hai già diversi bimbi ma ciò che ti accomuna a molte donne è la voglia di gestire tutto al meglio, casa, famiglia, lavoro, coppia, bebè e sensi di colpa. Sì, quella sensazione di inadeguatezza qualsiasi cosa tu scelga di fare. Mettere gli altri al primo posto, giusto ma amaro. Dare priorità per una volta ai tuoi bisogni, sincero ma egoistico.  Lo so non è facile decidere. A volte lo scoraggimento è tanto che lasciarsi andare è la risposta più semplice. Buttare all'aria innanzitutto i tuoi progetti, rammaricarti un pò, lamentarti con il partner, fare la vittima con le amiche, affermare con decisione che non hai proprio tempo e poi denigrare chi invece sembra avercela fatta. Quelle donne che nonostante la maternità fanno

Continua




Azienda famiglia: quali sono la tua vision e la tua mission?



Settimana scorsa aggiornavo il cv per una docenza quando mi sono resa conto che sono ormai 15 anni che seguo bambini e di conseguenze le loro famiglie. L'ho già detto altrove che, proprio queste mie esperienze, mi hanno portato ad ideare il progetto Magic Mum, ancor prima di diventare mamma. Infatti, anche le famiglie più serene, si trovano prima o poi a fare i conti con qualche problema e spesso ho notato che è la mamma il perno della questione, quella che sa come risolvere pacificamente la situazione. Eppure non sempre le donne sono preparate. Quando si tratta di figli scatta sempre qualche senso di colpa, oppure una rivalsa, un'ancora al passato e molto più di frequente di quel che si pensa, si fanno errori che segnano le relazioni familiari. Più volte mi sono resa conto che se la maternità fosse affrontata con più consapevolezza, si potrebbero evitare molti attriti.

Continua




Care donne, mamme non si nasce ma si diventa. Parola di ostetrica Serena



Oggi vi presento Serena Clementi, dolce e professionale ostetrica che ho conosciuto appena dopo la nascita di mia figlia Frida. Serena mi è venuta in soccorso per aiutarmi con l’allattamento. Grazie alla sua premura ho imparato a nutrire la mia bimba ma soprattutto ad avere pazienza e ad attendere che la natura faccia il suo corso. Ciao Serena. Presentati alle mamme che ci leggono. Quale percorso ti ha portato ad essere ostetrica? Di cosa ti occupi precisamente ora? La mia bisnonna era una levatrice e io pure volevo fare la levatrice come lei! Fin da piccola sognavo di fare l'ostetrica, avevo sentito dire che era "quella che faceva nascere i bambini", già allora mi sembrava il lavoro più bello e più utile che io potessi fare; così diventata grande, mi sono affacciata subito dopo la maturità al mondo dell'ostetricia ed è stato subito amore a prima vista. Allora mi presento.. Ciao, mi

Continua




5 rituali da cui iniziare per una spiritualità quotidiana



Esordisco subito così. Le abitudini uccidono la fantasia. Tutti d'accordo? Ma...la ritualizzazione invece secondo me, è un metodo potente per accedere alla spiritualità e all'armonia. I riti sono grandi strumenti di crescita personale. Sicuramente non sono io a scoprirli. Tutte le religioni ne fanno ampiamente uso. Un motivo ci sarà. La ragione risiede nel fatto che la ripetizione consapevole e sottolineo consapevole di un gesto, una pratica, una frase, funzionano da catalizzatore per il cervello e  da carezza per l'anima. Non sto parlando di riti canonici nè di abitudini. Ovvero non di pratiche imposte dall'esterno nè da azioni ripetute per inerzia o pigrizia. Per intenderci ciò che ci fa bene non è "ho l'abitudine di lavarmi i denti dopo ogni pasto o di fare il letto appena alzata". Sì tutto questo ha dei benefici ma ciò a cui mi riferisco sono azioni scelte da ognuno che rendono speciale il qui

Continua







Copyright © 2019. Tutti i diritti riservati | Privacy Policy | Cookie Policy